tag-di-pinterest
Condividi il post

A che punto sei con il tuo progetto di blog? Hai iniziato a pensare a quali strategie adottare per la crescita? Come sai, le strade sono principalmente due: crescita organica o annunci pubblicitari. In queste ultime settimane, in mezzo alle attività di scrittura e di pianificazione dei contenuti, ho preso in considerazione la possibilità di intraprendere una campagna ADV. L’ho fatto in passato con il mio vecchio blog, sponsorizzando alcuni post su Facebook in maniera autonoma e molto inesperta. Ho compreso sulla mia pelle quanto la pubblicità, per essere efficace, non possa essere lasciata al caso. Per questo motivo, non avere fretta di spendere il tuo budget, valuta bene gli obiettivi del sito, il target di riferimento e la maturazione del tuo progetto (quando i tuoi servizi o prodotti non sono ancora ben chiari nemmeno a te, significa che non è ancora il momento di intraprendere la strada degli annunci sponsorizzati).

Come farsi pubblicita su Pinterest?

Per questa prima campagna, tra le tante piattaforme di condivisione dei contenuti che permettono la creazione di annunci sponsorizzati, ho scelto di affidarmi a Pinterest. Una preferenza non casuale, alcune settimane fa, infatti, ero stata contattata proprio da Pinterest in merito a uno dei miei profili che ha raggiunto le 30mila visualizzazioni mensili. Si tratta dell’account dedicato ai contenuiti del book blog Hobook, sito in cui diffondo consigli di lettura per bambini e ragazzi attraverso recensioni e interviste. Al terzo incontro di affiancamento con l’EMEA Partner Manager collegata da Dublino, abbiamo creato insieme la mia prima campagna su Pinterest della durata di 30 giorni (il tempo minimo per poter vedere i risultati).

Ma la scelta su Pinterest è ricaduta anche per altri motivi. Trovo che la permanenza su questa piattaforma sia piacevole, discreta e meno invasiva di altri social network. Pinterest appare più silenzioso e riservato, seppure presenta un grosso potenziale. Certo, i 3 miliardi di utenti attivi di Facebook contro 482 milioni di Pinterest sono alquanto allettanti; ma è anche vero che sul secondo strumento la concorrenza è meno spietata e alcune nicchie di mercato sono particolarmente ricercate su questa piattaforma, anche per la modalità di interazione disponibile, ossia la possibilità di salvare le creatività, di cercare ispirazione e suggerimenti pratici.

Pinterest Ads: come fare pubblicità su Pinterest

Come creare un account business su Pinterest

Per iniziare a promuovere i contenuti del blog attraverso Pinterest con campagne pubblicitarie a pagamento, il primo passo da fare è quello di trasformare la propria iscrizione in un account business (non ha alcun costo). Ecco come fare:

Accedi al profilo personale cliccando sull'incona in alto a destra. Si apre una nuova schermata e si clicca sulla matita dalla quale si entra nella schermata dedicata alla modifica del profilo. Dal menù a sinistra, si va su "impostazioni dell'account"; si scorre fino alla voce "Modifiche all'account" e si preme sul pulsante "Converti account". Con questa procedura si trasforma un profilo già esistente in Account business senza perdere i pin pubblicati e le interazioni presenti. Diversamente, è possibile aprire un Account business da zero cliccando su "Aggiungi un account per aziende gratuito" dal menù con freccetta che si trova in alto a destra.
Una volta attivato l'account aziendale è possibile esplorare la sezione Business Hub e integrarla con i dati mancanti.

Account personale e Account per aziende possono sembrare simili ma solo con il secondo potrai:

  • Utilizzare la Business hub
  • Consultare Pinterest Analytics
  • Creare Idea Ad , annunci video , Pin carosello , annuncio di collezioni , cataloghi dei prodotti…

Come creare un account pubblicitario su Pinterest

Ora che sei passato a un Account business, puoi iniziare a creare annunci pubblicitari (non è possibile farlo con il profilo personale) attraverso l’attivazione di Account pubblicitario (fino a 50 per profilo business). Si procede dal menù “Annunci” in altro a sinistra, poi “Panoramica” e da qui si apre “Gestione annunci”. Si torna sulla freccetta accanto al nome del profilo (in alto a destra) e si clicca su “Crea nuovo account pubblicitario”, stabilendo un nome (non visibile al pubblico, servirà al creator come promemoria dell’account), si selezione il paese, la modalità di fatturazione, le informazioni di pagamento e, infine, si clicca su “Salva”.

tag-di-pinterest

Come installare il tag di Pinterest

Il terzo passaggio è quello più complesso. Prima di procedere con la campagna di annunci, è necessario installare sul proprio sito il tag di Pinterest, un frammento di codice che serve per fare in modo che la piattaforma possa ricevere i dati dei visitatori del sito e delle azioni intraprese dagli utenti dopo la visualizzazione dell’annuncio di Pinterest. In tal modo si può monitorare l’efficacia degli annunci e misurare le prestazioni della campagna al fine del raggiungimento degli obiettivi prestabiliti.

Per aggiungere il tag di Pinterest bisogna andare sul menù in alto a sinistra, cliccare su "Annunci", poi su "Conversioni", su "Tag di Pinterest" e "Gestione tag". Da qui, cliccare sul bottone rosso "Installa il tag di Pinterest".

tag-di-pinterest

Esistono tre diverse modalità per installare il tag di Pinterest:

  • Attraverso un partner per l’integrazione (Google Tag Manager, WooCommerce o WordPress con PixelyourSite).
  • Con il supporto dello sviluppatore del sito.
  • Utilizzando la configurazione manuale e l’integrazione dei codici sul sito.
tag-di-pinterest
Google Tag Manager, WooCommerce e WordPress (con plugin) sono i tre principali partner per l’integrazione.

Dalla stessa schermata, prima di installare il tag, è necessario verificare se il dominio è idoneo per l’uso con un partner per l’integrazione. Una volta aver inserito l’URL del sito sull’apposita stringa, se questo risulta abilitato, appariranno i partner disponibili e si potrà cliccare sulla rispettiva icona per iniziare la configurazione.

Attraverso l’integrazione del partner Google Tag Manager (un sistema di gestione dei tag) è necessario collegarsi al proprio account Google e seguire i passaggi indicati al fine di creare un account (ossia la proprietà del sito) e un contenitore (il frammento di codice da aggiungere alle pagine del sito per far funzionare Tag Manager). Si seleziona la piattaforma di destinazione (nel caso di un blog è “Web”) e si clicca su “crea”. Si accettano i termini di servizio che appaiono attraverso un pop-up e si copia lo snippet contenitore per aggiungerlo alle pagine del sito nelle sezioni <head> e <body>. A tal proposito ti consiglio di installare e utilizzare il plugin gratuito Head & Footer Code per aggiungere il codice.

tag-di-pinterest

Se viene invece scelto il partner WordPress, la configurazione prevede l’installazione del plugin con piano a pagamento PixelYourSite (utile anche per altri piattaforme che prevedono la creazione di annunci a pagamento). Infine, per procedere con la configurazione manuale del tag di Pinterest, si procede in basso a destra (sotto l’elenco dei partner) dove si trova il bottone “Vai alla configurazione manuale”. Cliccandoci sopra si aprirà la schermata “Installa il codice di base”. Puoi approfondire la procedura sul sito del centro assistenza Pinterest e qui invece trovi la procedura per l’aggiunta dei codici evento.

I codici evento ti consentono di misurare l’impatto che i tuoi annunci di Pinterest hanno su determinate azioni sul sito. Inoltre sono necessari per lanciare campagne che ottimizzino automaticamente eventi specifici, come le campagne di conversione o gli annunci di retargeting dinamico. I codici evento servono anche ad accedere a piattaforme come quella dei Dati statistici sulle conversioni .

Pinterest

Annunci su Pinterest

Come anticipavo all’inizio del post, per creare la prima campagna di annunci su Pinterest ho ricevuto il supporto direttamente da Pinterest e, in chiamata con schermata condivisa, ho seguito passo passo le istruzioni date. Queste hanno riguardato:

  • La scelta delle creatività da inserire negli annunci pubblicitari. Si possono selezionare fino a 4 pin (statici o dinamici) per campagna pubblicitaria.
  • L’individuazione del target (genere, età, interesse).
  • L’obiettivo dell’advertising, nel mio caso è l’aumento del traffico sul sito.
  • L’indicazione delle keyword di ricerca.
  • La definizione del budget
  • Altre impostazioni, come ad esempio l’aggiunta del click diretto, ossia quando dall’annuncio non si apre il pin ma l’URL del sito.

Pinterest è l’unica piattaforma in cui gli annunci pubblicitari arricchiscono l’esperienza degli utenti. Loro trovano ciò che stanno cercando e intanto la tua azienda cresce.

Pinterest

Ora non mi resta che monitorare l’andamento di questa prima campagna pubblicitaria e tornare ad aggiornarti! Se hai esperienza con le ADV di Pinterest, scrivimi qui sotto in un commento.


Condividi il post
0 0 votazioni
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti